Inventario@Web

Si tratta del modulo per la gestione dell’inventario dei beni mobili strumentali. Ne consente infatti la classificazione, la gestione, la localizzazione, l’etichettatura e la movimentazione.

La struttura dell’inventario

Il sistema consente la classificazione e l’aggiornamento dell’inventario dei beni mobili di proprietà e in locazione. Lo scopo dell’applicazione è di mantenere vivo un catasto degli oggetti, poterne analizzare la consistenza e la composizione, monitorarne lo stato d’uso e di utilizzo.

Uno strumento di classificazione consente di gestire la gerarchizzazione dei tipi di oggetti, diversificandone la natura tecnica con l’attribuzione di attributi variabili ma permettendo al tempo stesso di trattarli in maniera omogenea tra loro per quanto riguarda la loro gestione.

Oltre agli attributi di tipo tecnico sono definiti attributi di tipo amministrativo (costo, contratti di fornitura) e di stato manutentivo (contratti di assistenza), assieme ad attributi legati alla localizzazione e assegnazione a risorse e funzioni.

L’inventario diventa così fruibile e consultabile in maniera veloce ed efficiente, mentre è possibile stabilire le politiche di movimentazione (processi) che permettono di mantenerlo sempre aggiornato.

Diventa così possibile in tempo reale produrre reportistiche sullo stato di esercizio e di utilizzo, e report amministrative relative al Conto Patrimoniale e al Controllo di Gestione.

Processi di movimentazione

La soluzione utilizza tecnologie WorkFlow per definire i processi legati alla movimentazione, Il modulo permette di eseguire iter operativi e autorizzativi più o meno complessi, durante i quali concorrono operazioni di utente e procedure automatizzate.

L’inventario degli Assets viene principalmente movimentato da processi gestionali che riguardano:

  • La presa in carico degli Assets, ovvero l’arrivo in azienda di oggetti necessari alla produzione, e che vanno inseriti in inventario in maniera pratica ed efficiente;
  • L’assegnazione degli Assets, con la formalizzazione di presa in custodia da parte della persona che li riceve;
  • La restituzione degli Assets da parte di chi li ha avuti in custodia, rendendo così nuovamente disponibile l’asset.
  • La dismissione degli Assets, in stato di giacenza e di indisponibilità.

I processi sopra elencati sono pre-configurati, ma è possibile definire nuovi processi di WorkFlow.

Contratti

L’applicazione prevede la gestione dei Contratti di Fornitura e di Assistenza, consentendo la gestione di attributi amministrativi e operativi, come l’esistenza e la durata di garanzie, e mantenendo un archivio di Fornitori a essi correlati.

L’archivio dei Fornitori potrà essere gestito autonomamente nel modulo, oppure essere aggiornato con sistemi di importazione periodica schedulata da altri sistemi già in uso presso l’azienda. La gestione per singolo Contratto di attributi come la scadenza, il preavviso di scadenza e la gestione di elenchi di soggetti a cui inviare le notifiche di scadenza danno vita allo Scadenzario.

Scadenze

Lo Scadenzario, basandosi sugli eventi registrati sui contratti, in aggiunta a promemoria generici, permette di monitorare le scadenze dei contratti in corso e di gestire gli avvisi di scadenza con sufficiente preavviso.

E’ infatti dotato di strumenti di calendarizzazione di tutte le attività dividendole per tipologia e livello di criticità, la rappresentazione per intervalli temporali (giorno, settimana, mese, sei mesi, ecc.), l’elenco cronologico delle scadenze in base alle priorità e le notifiche attraverso l’invio email

La sezione Assegnatari comprende le anagrafiche delle Risorse cui vanno destinati gli Assets e l’elenco delle Funzioni a cui gli Assets vengono riservati. Tali anagrafiche possono essere gestite all’interno del sistema oppure provenire, con sistemi schedulati di importazione periodica, da altri sistemi giù in uso presso l’azienda.

Gestione dei Layout

Il componente di Gestione dei Layout consente la raccolta di tutti gli elaborati che testimoniano lo stato in essere dell’immobile che contiene l’Asset.

Tale conoscenza può essere ricostruita dagli elaborati che sono stati prodotti in fase di progettazione relativamente ad interventi complessivi (nuove costruzioni, ristrutturazioni, ecc.) oppure può essere rilevata

Attraverso varie tecniche più o meno rapide ed onerose (rilievo metrico/celeri metrico, laser scanner, foto 360°, ecc.).

La conoscenza dello stato di fatto degli immobili che li contengono semplifica sia le operazioni di intervento sia le operazioni di inventariazione sugli Assets stessi.

I vari dati grafici che è possibile fascicolate sono: Planimetrie CAD, Modelli 3D, Nuvole di punti, Foto 360°, ecc.

Versione attuale: 6.2 Architettura a 3 livelli che risponde ai requisiti richiesti dalle principali tipologie di infrastrutture IT Integrazione con vari progetti a codice aperto di rilievo nella comunità Web. Utilizzo di protocolli standard con gestione nativa delle geometrie in ambiente database secondo standard OGC Livello dati: nel database vengono immagazzinati tutti i dati (alfanumerici, geografici e documentali). La tecnologia dell’ambiente RDBMS può essere scelta tra le soluzioni commerciali (Oracle, MS SQLServer) o Open Source (PostgreSQL). Nelle soluzioni di data integration, possono essere acquisiti dati provenienti da database esterni accessibili via JDBC, da file in formati sia alfanumerici che geografici o acquisiti per mezzo di web services

La soluzione descritta viene dispiegata sia in modalità CLOUD che su infrastruttura del cliente. La configurazione di base viene facilmente adeguata ad ogni necessità e modello organizzativo, essendo realizzata attraverso l’ambiente di configurazione applicativa [email protected]

Definizione e classificazione degli oggetti da inventariare

Integrazione dati a partire da archivi esistenti

Censimenti sul territorio

Sono state eseguite numerose esperienze gestionali per Enti Pubblici e Aziende di respiro nazionale ed internazionale