Flussi di lavoro GIS e BIM, nuovo aggiornamento del software Autodesk InfraWorks

Dalla partnership tra Esri e Autodesk è nato Autodesk per ArcGIS ed ora, grazie alla continuazione della collaborazione, sono state create nuove funzioni rese disponibili nell’aggiornamento del software Autodesk InfraWorks.

L’aggiornamento si concentra sul miglioramento dell’esperienza di progettazione e sulla semplificazione del flusso di lavoro tra GIS e BIM. InfraWorks si rivolge ad architetti e ingegneri per la realizzazione di progetti infrastrutturali, quindi esiste un legame naturale tra le capacità spaziali e geografiche di GIS e la modellazione in 3D di BIM. Tale aggiornamento è stato studiato in vista del fatto che l’obiettivo di Autodesk è migliorare i flussi di lavoro BIM + GIS attraverso le pipeline software di vari progettisti di infrastrutture e professionisti dell’ingegneria. È stato così creato un nuovo strumento chiamato Autodesk Connector che può essere utilizzato per costruire un modello InfraWorks direttamente dai dati GIS pubblicati su ArcGIS Online di Esri.

Tutti i dati in GIS da ArcGIS di Esri entrano in InfraWork. Tale flusso di informazioni tra queste due app principali indica che quando i dati GIS basati su Esri vengono aggiornati, il modello InfraWorks può essere aggiornato a sua volta.

L’aggiornamento renderà più semplice per architetti e ingegneri lavorare sull’immagine durante la progettazione e avvalersi della potenza della mappatura BIM e GIS; ciò consentirà ai progettisti del paesaggio urbano di progettare nel contesto del mondo reale e di conseguenza sarà possibile per le comunità costruire città e infrastrutture più interconnesse e resilienti con un occhio attento alla sostenibilità.

L’ultimo aggiornamento di InfraWorks include importanti miglioramenti: adesso è possibile modificare i valori delle curve verticali direttamente nel pannello Proprietà curve ed effettuare la rigenerazione ritardata del modello per aiutare i progettisti a progredire e non attendere l’aggiornamento completo del modello ogni volta che apportano piccole modifiche.

Con questo nuovo aggiornamento, dunque, progettare il paesaggio urbano con i GIS e la modellazione BIM sarà più semplice.