Come usare i GIS e i droni per garantire la sicurezza nei grandi eventi

Il problema del controllo della sicurezza nei grandi eventi è ormai all’ordine del giorno a causa delle tragiche notizie che ci giungono da ogni parte del mondo riguardanti gli attacchi terroristici e i disordini generali che spesso si verificano quando un gran numero di persone si raduna in un luogo in occasione di manifestazioni particolari.

Ma fortunatamente le nuove invenzioni in campo tecnologico non smettono di sorprenderci e di venirci in aiuto quando vi è necessità. Infatti i grandi concerti e gli eventi sportivi stanno adottando le nuove tecnologie per impiegarle nell’ambito della sicurezza, ecco che, oltre all’utilizzo tradizionale dei metal detector, vengono impiegati anche i droni, i GIS e la mappatura 3D in modo da aumentare le garanzie per mantenere i partecipanti al sicuro da ogni rischio. Dunque, i GIS non smettono di stupirci trovando impiego negli ambiti più vari.

Come scrive Shane Newell, reporter di “The Press Enterprise”, in un suo recente articolo pubblicato nel sito di news “The Orange County Register”, una già concreta e utilissima applicazione di questo tipo si è avuta in occasione del “Coachella Valley Music and Arts Festival” che si è tenuto all’Empire Polo Club della città nei giorni 13, 15, 20 e 22 aprile appena trascorsi. In occasione di questo importante evento, che richiama ogni anno moltissimi partecipanti, la polizia ha attivato un sistema di sicurezza formidabile basato, appunto, sulla sincronizzazione dei droni, dei GIS e del sistema di mappatura 3D al fine di controllare i flussi di traffico e dei movimenti pedonali nell’intera zona che ha riguardato l’evento.

Questa nuova applicazione tecnologica ha fatto sì che il controllo della sicurezza non fosse affidato solo al personale della security e alla polizia che operava nell’area interessata, ma che vi fosse un controllo maggiore e più specifico grazie a operatori esterni addetti alla supervisione dell’evento e incaricati di monitorare la situazione grazie ai droni, che in passato erano stati usati solo per fare filmati promozionali e per creare uno spettacolo di luci.

L’applicazione di questa sinergia tra droni, GIS e mappatura 3D è stata attuata anche nel corso dell’evento gemello di Coachella, lo “Stagecoach Country Music Festival”, che si è tenuto dal 27 al 29 aprile sempre nell’Empire Polo Club.

Sulla scia dei tragici eventi che si sono verificati in occasione di importanti manifestazioni in tutta Europa e negli Stati Uniti, come anche in molte altre parti del mondo, e che hanno portato a numerosi morti e feriti, si è resa, dunque, necessaria l’implementazione di nuove misure di sicurezza e di tecnologia che potranno essere applicate in tutte le occasioni di questo genere entrando a far parte stabilmente dei sistemi di sorveglianza. Così, mentre in passato la polizia si è affidata solamente a una radio abilitata al GPS e a mappe bidimensionali per tracciare il traffico, le condizioni meteorologiche e il movimento di oggetti, oggi è possibile affidarsi alla tecnologia dei GIS per avere assistenza in materia di sicurezza.