QGIS 3.4 Madeira è stato rilasciato

Gli sviluppatori della comunità dei GIS hanno annunciato che il 26 ottobre scorso è stato rilasciato QGIS 3.4 Madeira.

Il nome di questa nuova versione deriva dall’isola di Madeira, appartenente al Portogallo, che è stata la sede dell’ultimo incontro degli sviluppatori nel febbraio 2018, convention da cui sono scaturiti gli studi che hanno, appunto, portato a questa eccellente novità in fatto di sistemi informativi geografici.

La notizia è apparsa sul sito QGIS.org, dedicato all’omonimo sistema di informazione geografica libero e open source.

Ecco le novità che riguardano QGIS 3.4 Madeira.

I programmi di installazione di Windows e i file binari di Ubuntu / debian sono già disponibili e gli sviluppatori stanno preparando attivamente i pacchetti per gli altri sistemi operativi, per questo hanno già comunicato che a breve informeranno la comunità anche per quanto riguarda i diversi pacchetti di installazione.

Tra le novità più importanti vi è il fatto che è stato introdotto un nuovo gruppo di funzioni nel calcolatore di campi, infatti adesso, ad esempio, vanno inseriti il tipo e la lunghezza di campo in uscita. Altra novità riguarda l’introduzione di cambiamenti nella rappresentazione di array e map nelle espressioni. Inoltre sono previste nuove funzioni che sono le seguenti:

  • raster_value
  • line_substring
  • array_foreach
  • generate_series
  • array_filter
  • to_dm
  • to_dms
  • hstore_to_map
  • json_to_map
  • map_to_hstore
  • map_to_json

 

QGIS 3.4 diventerà il primo LTR della versione 3. Sulla base dei piani attuali degli sviluppatori, 3.4 sostituirà 2,18 come LTR già nel febbraio 2019.

Al link https://qgis.org/en/site/forusers/download.html è possibile scaricare QGIS per le diverse piattaforme online e trovare quindi tutti i pacchetti binari e i programmi di installazione disponibili. QGIS 3.4 Madeira è disponibile su Windows, MacOS X, Linux e Android. Inoltre i repository dei GIS a lungo termine attualmente offrono anche la versione QGIS 2.18.25 “Las Palmas”.

I rilasci e lo sviluppo di questa nuova versione di QGIS seguono un programma che si evolve nel tempo e che punta a perfezionare al massimo questo importante strumento. Agli utenti si ricorda che anche i numeri di versione pari (ad esempio 2.18, 3.2 ecc.) sono versioni di rilascio, mentre i numeri di versione dispari (ad esempio 2,99, 3,1 ecc.) sono versioni di sviluppo. Una nuova versione verrà rilasciata ogni quattro mesi.

QGIS è un software totalmente gratuito, ciò perché la comunità dei GIS vuole incoraggiare le persone a usarlo in tutto il mondo, indipendentemente da quale sia lo status finanziario o sociale. Secondo la stessa comunità, autorizzare le persone a fare uso di strumenti decisionali spaziali può portare a una società migliore per tutta l’umanità.

Inoltre, non va dimenticato che si tratta di un’importante novità dovuta alla cooperazione non solo degli sviluppatori, ma anche dei documentatori, dei tester e di tante altre persone che offrono volontariamente il loro tempo e impegno o dei finanziamenti. Infatti, anche questa nuova versione è stata supportata da donatori e sponsor che sono fondamentali per finanziare le riunioni di sviluppatori che avvengono ogni sei mesi, per mantenere l’infrastruttura dell’intero progetto e per finanziare gli sforzi di risoluzione dei bug.